Monthly Archives: February 2016

La dinastia Qing aveva un cuore cinese?

Oggi, giovedì 18 febbraio, alle ore 18 si svolgerà presso il MAO Museo d’Arte Orientale la conferenza “La dinastia Qing aveva un cuore cinese?”, a cura della dott.ssa Monica De Togni. L’evento è organizzato dall’Istituto Confucio nell’ambito del ciclo di appuntamenti collegati alla mostra“Il Drago e il Fiore d’oro”. Potere e Magia nei Tappeti della Cina Imperiale”, al MAO fino al 28 marzo.
unnamed
MAO Museo d’Arte Orientale: via San Domenico 11, Torino

Il migrante conviene meglio se istruito di D. Taino

Liberiamo la famiglia come fanno in Asia di M. Ferreira

Il popolo senza età del Paese vuoto di Ilvo Diamanti

La Cina rappresenta uno dei principali protagonisti delle migrazioni internazionali, non solo per la consistenza numerica delle popolazioni coinvolte, ma anche per l’ampio spettro dei paesi di destinazione.In Europa si contano delle presenze cinesi già a fine Ottocento, generalmente uomini soli che svolgono attivitàlavorative autonome. Flussi più consistenti si hanno a partire daglianni ’70 dello scorso secolo.Caratterizza la comunità cinese l’intreccio fra spiccata propensioneallo sviluppo di imprese autonome e un modello migratorio di tipo familiare. Leggi su: GOV.IT
Caratteristiche dell’imprenditoria cinese in Italia su AgiCina

Cina taglia stima crescita 2016 a 6,5-7%

(ANSA) – ROMA, 3 FEB – Il governo cinese ha indicato una previsione di crescita per il 2016 compresa fra il 6,5 e il 7%, in ribasso dal tasso di circa il 7% indicato in precedenza e dalla crescita del 6,9% segnata nel 2015, aspettandosi che anche quest’anno l’espansione rimanga sotto tono. Lo ha detto Xu Shaoshi, presidente della National Development and Reform Commission, la commissione incaricata della pianificazione economica. Intanto l’attività nel settore terziario, misurata dall’indice Pmi, a gennaio è accelerata al ritmo di crescita più forte degli ultimi sei mesi, segnando 52,4 da 50,2 di dicembre, quando aveva registrato il minimo di 17 mesi.

U.S. Secretary of State John Kerry, left, poses with Chinese President Xi Jinping prior to their meeting at the Great Hall of the People in Beijing, Wednesday, Jan. 27, 2016. Kerry is in China on the final leg in his latest round-the-world diplomatic mission. (ANSA/AP Photo/Jacquelyn Martin, Pool)
U.S. Secretary of State John Kerry, left, poses with Chinese President Xi Jinping prior to their meeting at the Great Hall of the People in Beijing, Wednesday, Jan. 27, 2016. Kerry is in China on the final leg in his latest round-the-world diplomatic mission. (ANSA/AP Photo/Jacquelyn Martin, Pool)

Intervista al Papa sulla Cina

Giornali e radio di Stato hanno dato notizia dell’intervista di papa Francesco ad Asia Times. Vi è chi sogna che il pontefice possa visitare la Cina al più presto. Sacerdoti sotterranei sotto interrogatorio. Apprezzamenti per “il ramo d’ulivo” teso dal pontefice e per aver sottolineato il valore della cultura cinese. Ma si è scettici verso la risposta della leadership di Pechino. Il dialogo fra Cina e Vaticano non porta a risultati perché vi sono interessi diversi: politici e religiosi. Non avere fretta di stabilire relazioni diplomatiche per non sacrificare la libertà della Chiesa e il sacrificio dei suoi martiri. La Chiesa cinese è in crescita. ASIANEWS

中国人吃饭从来不简单,餐桌上的识人术!

大年初一的早餐,福州的老例是吃“太 平面”,就是用煲好的鸡汤泡线面,上面再卧两个鸭蛋。福州特产的线面真是面细如线,我喜欢用筷子夹起一缕,转上几圈,一碗面就在筷头上卷成了一个线团,然 后横拿着筷子,像啃鸡腿一样吃。大年初二开始走亲戚,进门照老例还是要吃太平面,这时我就不敢“啃鸡腿”,而是老老实实地吃面。因为从小奶奶就教训我,在 别人家吃饭不能玩筷子更多不能玩筷子吃在中国 /视频/1 

礼仪

吃在中国/视频/2